WEC, Fuji, Libere 2: le Toyota allungano nonostante due bandiere rosse

WEC, Fuji, Libere 2: le Toyota allungano nonostante due bandiere rosse

Le Toyota hanno esteso il proprio vantaggio nei confronti delle LMP1 private nel corso della seconda sessione di prove libere della 6 Ore del Fuji del WEC, che è stata nuovamente soggetta a due bandiere rosse.

Proprio come nel turno mattutino, quello del pomeriggio è stato caratterizzato dall’esposizione della bandiera rossa per dei problemi con il cordolo della curva 15, con circa 50 minuti di tempo perso nell’arco di due interruzioni separati. Anche in questo caso, quindi, la sessione è stata allungata, ma stavolta di soli 10 minuti.

Al vertice si è confermata la Toyota #8, con Fernando Alonso che è riuscito a ritoccare il tempo che aveva firmato nella FP1 il compagno di squadra Sebastien Buemi, girando in 1’23″973.

Una prestazione che è bastata allo spagnolo per mettersi alle spalle la vettura gemella di José Maria Lopez, considerando che entrambi hanno ottenuto i migliori tempi di giornata dei rispettivi equipaggi nei primi sei minuti del turno, quelli che hanno preceduto la prima bandiera rossa.

Per quanto riguarda la LMP1 private, la migliore è stata la Rebellion R-13 Gibson #3, ovvero la vettura vincitrice della gara di Silverstone, che con Thomas Laurent al volante si è fermata a 1″724 dal crono del due volte campione del mondo di Formula 1 che comanda.

Jenson Button si è confermato tra i più veloci, chiudendo in quarta posizione con la BR1-AER #11 della SMP Racing, appena un decimo più indietro. A seguire c’è la Rebellion #1 con Andre Lotterer, tallonata dalla BR1 #17 della SMP, che con Matevos Isaakyan ha anche patito un problema tecnico nel finale della sessione.

Il quadro delle vetture LMP1 si completa con la ByKolles guidata da Tom Dillmann e con la la DragonSpeed di Ben Hanley.

La Signatech Alpine ha dettato il ritmo in classe LMP2, con il brasiliano Andre Negrao autore di un crono di 1’30″893 con l’Oreca #36.

Una prestazione con cui ha distanziato di quattro decimi la Oreca #38 della Jackie Chan DC Racing con Ho-Pin Tung. Terzo tempo per l’altra vettura del team, la #37 di Weiron Tan.

Un giro lanciato nel finale ha invece piazzato a sorpresa l’Aston Martin davanti a tutti in classe GTE-Pro. A meno di dieci minuti dal termine, Nicki Thiim ha realizzato un 1’37″659 con cui ha messo la Vantage #95 in cima alla lista dei tempi di classe.

Rispetto alla mattinata ha fatto un passo avanti anche la Ferrari, con Davide Rigon in seconda posizione con la 488 GTE Evo #71, tallonato dalle due Porsche 911 RSR.

Hanno continuato ad avere delle difficoltà invece le due BMW M8 della M-TEK, che non sono riuscite a fare meglio dell’ottava e della decima posizione di classe.

In classe GTE-Am si è confermata al vertice invece la Porsche, con Matteo Cairoli che ha portato il limite di giornata a 1’38″989 con la 911 RSR #88 della Dempsey-Proton.

I risultati delle Libere 2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...