F1 – Interlagos, Libere 3: fra Mercedes e Ferrari è questione di millesimi!

Interlagos, Libere 3: fra Mercedes e Ferrari è questione di millesimi!

Due Mercedes davanti anche nel terzo turno di prove libere del GP del Brasile, ma le Ferrari sono ad un colpo di ciglia e, forse, nemmeno quello. La novità è che il tempo lo ha siglato Valtteri Bottas capace di ottenere un eccellente 1’09″281di appena 3 millesimi migliore della prestazione di Lewis Hamilton con le gomme Supersoft.

Va detto che i tempi non sono scesi molto rispetto a ieri perché nella notte è piovuto e la pista è di nuovo con poco grip e, soptrattutto, è crollata la temperatura che è calata di 20 gradi con appena 26 gradi di asfalto.

La Mercedes, prima di tentare la qualifica con le Supersoft, ha lavorato molto sulla gomma Soft che per il team di Brackley potrebbe essere la mescola con la quale qualificarsi in Q2, visto che a inizio turno Lewis Hamilton era riuscito a stare a 180 millesimi dalla Ferrari di Raikkonen che aveva già montato le gomme Rosse.

Se la Mercedes conferma il suo potenziale, si è visto il grande risveglio delle Rosse che ha portato Kimi Raikkonen al terzo posto con un distacco di appena 45 millesimi dalla vetta con il tempo di 1’09″326. Il finlandese, soddisfatto delle modifiche di assetto portate sulla SF70H, ha tenuto alle spalle Sebasian Vettel per 13 millesimi di secondo. La squadra del Cavallino ha fatto un importante salto di qualità rispetto a ieri e sulla carta la SF70H sembra in grado di sfidare le frecce d’argento, dal momento che sommando gli intertempi dell’ideal lap potrebbe essere addirittura davanti a tutti.

Tutti gli altri sono lontani anni luce: la Red Bull è quinta con Daniel Ricciardo staccato di un secondo dalla vetta. La RB13 ha avuto un clamoroso peggioramento, visto che l’australiano ha peggiorato di mezzo secondo le prestazioni di ieri. Cosa è successo? La penuria di ricambi Renault ha consigliato il team di Milten Keynes di girare in una modalità di motore molto tranquilla.

Useranno il vero potenziale solo in qualifica, ma le difficoltà palesate da Max Verstappen che è solo nono con 1’10″495 hanno dimostrato che i guai sono anche di assetto. L’olandese non è riuscito a evitare un testacoda mentre cercava di forzare la RB13 sui cordoli.

E così al sesto posto svetta Fernando Alonso con la McLaren: lo spagnolo ha contenuto il distacco da Bottas ad appena un secondo ed è riuscito a fare meglio di Sergio Perez e Esteban Ocon che viaggiano dio conserva con la Force India.

La decima piazza è stata completata dalla Renault di Carlos Sainz che ha fatto un paio di regolazioni di ala per arrivare a 1’10″637. Fuori dalla top ten Stoffel Vandoorne con la seconda McLaren, insidiato da Felie Massa con la Williams e dalla Haas di Kevin Magnussen.

Non ha completato il suo primo giro Lance Stroll con la Williams: il giovane canadese ha subito il cedimento del cambio ed è stato costretto a parcheggiare la sua FW40 a bordo pista con la power unit Mercedes ammutolita. Deve sostituire la trasmissione e pagherà cinque piazza sulla griglia.

In difficoltà Nico Hulkenberg con la Renault: il tedesco è 14esimo, mentre le due Toro Rosso di Pierre Gasly e Brendon Hartley sono 16esimi e 17esimi. Nel team di Faenza è esplosa la polemica contro la Renault per le continue rotture della MGU-H e per il fatto che gli sono stati affidati pezzi usati per la carenza di ricambi, per cui le macchine hanno girato in modalità soft per evitare altre rotture, perché il rischio è di non correre!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: