MotoGP – Lorenzo: “Siamo al livello delle Honda sia in qualifica che in gara”

Lorenzo: "Siamo al livello delle Honda sia in qualifica che in gara"

E’ stata una prima giornata di libere dalla doppia faccia quella vissuta da Jorge Lorenzo sul tracciato di Valencia. Il maiorchino, infatti, non è riuscito a fare meglio del dodicesimo tempo al mattino, pagando un gap di 9 decimi dal crono firmato Iannone, per poi riscattarsi decisamente al pomeriggio ed ottenere il miglior riferimento di giornata in 1’30″640.

Lorenzo ha confermato l’ottimo feeling con il tracciato di Valencia ma la Ducati ha mostrato la propria forza grazie anche al terzo crono centrato da Andrea Dovizioso, sceso in pista con la carena standard e distante 3 decimi dal compagno di team.

Al termine di questa prima giornata del round conclusivo del mondiale, Jorge ha lodato i miglioramenti mostrati dalla Ducati rispetto alla prima presa di contatto con la Desmosecidi avvenuta 12 mesi fa.

“Mi sento molto meglio sulla moto adesso rispetto ai test dello scorso anno. Oggi ho fatto tre giri in trenta alto e posso scendere ancora con gomma nuova. Conosco di più la moto, posso approfittare dei punti forti della Ducati, soprattutto in frenata. La moto è migliorata durante la stagione e siamo molto più competitivi”.

Nonostante i progressi mostrati in questo finale di stagione, domenica i riflettori saranno puntati proprio sul suo compagno di team Andrea Dovizioso chiamato all’impresa per ribaltare la situazione in classifica piloti e beffare Marc Marquez nell’appuntamento conclusivo.

Jorge ha voluto ricordare la rimonta che nel 2013 gli ha consentito di laurearsi campione proprio ai danni del pilota Honda, regalando poi un consiglio a Dovizioso su come affrontare la gara più importante della sua carriera.

“Nel 2013 avevo uno svantaggio di quasi cinquanta punti su Marc nelle ultime cinque o sei gare, ma poi, complice qualche suo errore, sono riuscito a recuperare il distacco ed arrivare a Valencia per giocarmi le mie possibilità. In quella gara qualche pilota non aveva molta voglia di superare Marquez, ma quando ho visto che lui non ce la faceva ho cercato di andare via ed ho vinto la gara”.

“Posso augurargli buona fortuna. L’unica cosa che gli posso consigliare è di stare tranquillo, non può sapere se Marc commetterà qualche errore o sarà vittima della sfortuna.

Lorenzo, infine, ha tracciato un bilancio di queste prime due sessioni di libere ed ha affermato come le Ducati e le Honda di Marquez e Pedrosa siano sostanziamente allo stesso livello sia in qualifica che in gara.

“Dopo questa prima giornata credo che le Honda siano messe un pelo meglio rispetto alle Ducati, ma non siamo distanti da loro. Siamo vicini sia nel giro veloce che sul passo gara”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: