F1 – Vettel: “Non siamo orgogliosi del bilancio finale del 2016 della Ferrari”

Vettel:

Alla vigilia dell’ultimo appuntamento stagionale ad Abu Dhabi, il tedesco non ha nascosto la sua delusione viste le aspettative con cui era cominciato l’anno. Se non altro, il podio di Monza in Rosso è stato una grande emozione.

Per Sebastian Vettel, e per la Ferrari, è tempo di bilanci. C’è ancora davanti l’ultimo weekend di gara del 2016, ma gli obiettivi non sono proprio quelli che tolgono l’ansia. Vettel si giocherà la quarta posizione Mondiale con Verstappen (5 i punti a favore di Seb) anche se il tedesco ha avuto lo spirito di affermare che “dovrebbe comunque essere una buona pista per noi, quindi proveremo a fare tutto il possibile”. Il discorso è passato velocemente sul bilancio stagionale, su quelli che sono stati i punti critici e quelli di forza di un 2016 rivelatosi molto più in salita del previsto.

“Tra i punti di forza che abbiamo avuto c’è sicuramente lo spirito all’interno della squadra – ha spiegato Seb – abbiamo ricevuto alcune critiche, ma credo che siano ingiustificate. Stiamo lavorando molto, naturalmente volevamo qualcosa di diverso quest’anno, ma per molte ragioni, non è successo. Se vogliamo parlare del deficit della vettura, sappiamo di avere molto lavoro davanti a noi. Ma l’anno prossimo le regole saranno molto diverse e se si guarda a ciò che ci è mancato in questo campionato, la prima cosa è il carico aerodinamico”.

“Diciamo che ne abbiamo avuto meno rispetto ai nostri principali concorrenti. Sul fronte power unit è stato fatto un buon lavoro sin da inizio anno, ma non siamo ancora esattamente dove vogliamo essere, soprattutto in qualifica, dove è abbastanza evidente che la Mercedes riesce a spremere un po’ di più i suoi motori. Questi penso siano i due punti principali che ci sono mancati, ed è su questi che ci concentreremo di più in vista del prossimo campionato”.

“In alcune occasioni abbiamo faticato a portare le gomme nella giusta finestra di temperatura – ha proseguito Vettel – ma anche questo aspetto credo sia collegabile al carico aerodinamico. Se hai downforce si fatica molto meno a far funzionare gli pneumatici. In altre circostanze credo anche che abbiamo ottenuto meno di quanto avremmo meritato, ma comunque non siamo orgogliosi del bilancio finale, perché vogliamo lottare per il campionato. L’obiettivo per il prossimo anno è molto chiaro. Si tratta di una sfida enorme, e lo sarà per tutte le squadre”.

Come accade in tutti gli ultimi giorni di scuola, non ci si può sottratte all’elezione del migliore e peggiore momento della stagione, e Vettel è stato al gioco. “Credo che il momento migliore sia di sicuro il podio a Monza, un emozione sempre speciale. Ho avuto la fortuna di salire su quel podio molte volte, ma quando sei lì sopra con una tuta rossa è un esperienza ancora più unica. E’ stato un momento particolare perché siamo arrivati a Monza reduci da una stagione non facile, in cui abbiamo ricevuto molte critiche, giuste o sbagliate, e vedere così tanti tifosi essere li a sostenerci è stata una grande spinta e qualcosa che ricorderemo molte, molte volte. Passando ai momenti difficili credo che il peggiore sia stato il Bahrain, quando ho avuto il problema alla power unit nel giro di formazione. Credo che sia stato il punto più basso, visto che non ho neanche iniziato la gara”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: