OK
I motori Vortex monopolizzano il podio della classe regina nelle qualifiche: Lorenzo Travisanutto (Tony Kart – Vortex) fa segnare un ottimo 50.001” e si guadagna la prima posizione in griglia davanti a Noah Milell (Kosmic – Vortex) accreditato di un 50.082”. Terza piazzola per il russo Alexander Smolyar (Tony Kart – Vortex) che ha la meglio su Isac Valtonen (Evokart – Parilla), il campione del mondo in carica Karol Basz (Kosmic – Vortex) e Leonardo Lorandi (Tony Kart – Vortex) della Baby Race.
Come previsto il tempo sul giro si è abbassato di ben 2″ abbondanti in confronto a quanto realizzato nel 2013 dal più veloce in prova Andreas Sebastian Hansen sempre su Tony Kart/Vortex.