MotoGP – La Grand Prix Commission introduce tante novità a Valencia

La Grand Prix Commission introduce tante novità a Valencia

Si parla di tante piccole cose a livello tecnico: dall’utilizzo dei sensori non omologati solo in FP4, alla deroga alle modifiche aerodinamiche per i team al primo anno, passando per la gestione della pressione delle gomme.

La Commissione Grand Prix, composta da Carmelo Ezpeleta (Dorna, Chairman), Ignacio Verneda (CEO FIM), Herve Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubouchi (MSMA) alla presenza di Javier Alonso (Dorna) e Mike Trimby (segretario IRTA), in una riunione tenutasi a Valencia il 12 novembre 2016, ha preso le seguenti decisioni:

Regolamento Tecnico – Efficacia della stagione 2017

Sensori in classe MotoGP

Attualmente le scuderie della massima cilindrata possono utilizzare sensori non omologati in tutte le sessioni di prove libere e nel warm-up. Poiché in FP1, FP2 e FP3 i tempi a referto concorrono a determinare la partecipazione alla Q1 e Q2, l’uso di sensori non omologati è consentito solo nel warm up della mattinata di gara in FP4 che non determinano l’accesso o meno alle due qualifiche.

Evoluzioni aerodinamiche in MotoGP
Durante l’ultima riunione della GPC a Motegi è stato imposto un limite al numero di evoluzioni consentite sulla carenatura o sul parafango anteriore durante la stagione. Ora è stato deciso che i costruttori, alla loro prima annata, non sono soggetti a questa limitazione e possono apportare modifiche illimitate ma conformi alle normative.

Gestione della pressione degli pneumatici
Le scuderie sono già tenute a rispettare i parametri di utilizzo dei pneumatici concordati con i fornitori. È stato però vietato l’uso di qualunque dispositivo che controlli la pressione sulla ruota durante i passaggi in pista.

Luci di sicurezza
Il pilota non può più accendere o spegnere la luce di sicurezza ma questa sarà gestita direttamente dell’elettronica.

Track Familiarisation

I piloti che utilizzano moto da strada per prendere confidenza con i tracciati e che hanno la stessa cilindrata del loro prototipo sono tenuti a presentare i dettagli tecnici alla Direzione Tecnica. Un regolamento apposito definirà anche le parti di moto che possono essere modificate.

Telai Moto3
Fatte salve alcune restrizioni agli aggiornamenti delle parti riguardanti i sensori per 2017, le scuderie sono autorizzate a utilizzare un telaio del 2016 nel 2017.

Motori
Il regolamento è stato chiarito e la moto ora può essere azionata esclusivamente da un motore a combustione interna.

Gara sospesa e riavviata
I regolamenti stabiliscono che al fine di essere valido il risultato di gara, interrotta o meno, il pilota deve entrare ai box in sella o spingere la moto entro cinque minuti dalla bandiera a scacchi o dalla bandiera rossa. Quando una gara viene interrotta dopo che sono stati completati tre giri la stessa condizioni è applicata per essere ammessi a partecipare al riavvio della seconda gara.

Sicurezza nella Pit Lane
Nel corso della riunione GPC a Brno si è deciso di limitare il numero di meccanici che lavorano in pit-lane durante il “flag to flag” e reso obbligatorio l’uso dei caschi. Questo requisito è stato esteso alle due sessioni di qualifiche MotoGP, Q1 e Q2.

Fornitore ufficiale di combustibile per la Moto3 e la Moto2
La Commissione ha rinominato Total / Elf come fornitore ufficiale di carburante per entrambe le classi dal 2017 al 2019.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: