MotoGP – Nakamoto: “Abbiamo raggiunto l’80% del potenziale dell’elettronica”

Nakamoto:

Nella sua ultima apparizione come capo della HRC in MotoGP, Shuhei Nakamoto ha fatto un punto dicendo di sentirsi più che soddisfatto per i successi ottenuti in questo campionato.

Nakamoto ha preso il testimone della Honda alla fine del 2008 e lascia il suo incarico otto anni più tardi, con quattro titoli al suo attivo. Il primo, con Casey Stoner nel 2011, e i tre seguenti con Marc Marquez nel 2013, 2014 e 2016.

“Quando sono arrivato non potevo immaginare che sarei stato in grado di ottenere tutto questo. Sono molto felice ma, naturalmente, si vuole sempre vincere ogni gara” ha scherzato Nakamoto.

Prima di lasciare i riflettori per seguire altre questioni, ha detto legate al motocross e ad altri campionato, il giapponese ha voluto presentare il tridente a cui saranno distribuite le funzioni che fino ad oggi ricadevano solo su di lui.

Naoki Hattori sarà il responsabile della parte connessa al marketing, Tetsushiro Kuwata sarò il CEO, mentre Shinichi Kokubu si occuperà della struttura tecnica. I tre cercheranno di ridurre al meno il disagio creato dalla partenza di un personaggio carismatico come Nakamoto. Il loro compito quindi non è assolutamente semplice.

Durante l’incontro con la stampa, Nakamoto ha giocato a fare il presentatore ed ha celebrato la grande stagione della società, che ha conquistato sia il titolo Costruttori che quello Piloti con Marc Marquez.

Ha detto che questi risultati sono stati possibili grande alla grande reazione della Honda, che ha affrontato una situazione molto delicata nelle prime tappe del calendario a causa di una moto piuttosto imbizzarrita, che è riuscita a mitigare gradualmente.

Gran parte di questo miglioramento si spiega con la nuova elettronica e il processo di adattamento che ha avuto luogo nel corso dell’anno.

“Ora abbiamo raggiunto l’80% del potenziale del software. Ciò significa che abbiamo ancora un 20% ancora da guadagnare. All’inizio abbiamo sofferto molto, ma il risultato finale è stato molto buono” ha riassunto Nakamoto, che ha rifiutato di dare indizi circa il nuovo motore che monterà la moto dell’anno prossimo, e che domani potrà essere osservato dal vivo per la prima volta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: