F1 – GP del Brasile: match point per Rosberg dove Hamilton non ha mai vinto

GP del Brasile: match point per Rosberg dove Hamilton non ha mai vinto

Lewis Hamilton deve imporsi a Interlagos se vuole mantenere aperte le speranze di conquistare il quarto titolo, visto che a Nico Rosberg basterebbe vincere per chiudere la partita iridata in anticipo di una gara.

Il prossimo fine settimana Nico Rosberg avrà a disposizione il primo dei due veri match-point per laurearsi Campione del Mondo 2016. A differenza del Gran Premio del Messico, se Rosberg riuscirà a salire sul gradino più alto del podio di Interlagos sarà matematicamente Campione del Mondo, indipendentemente dal risultato che otterrà Lewis Hamilton.

Sulla carta (è già stato detto più volte) a Rosberg bastano un secondo ed un terzo posto nelle ultime due gare della stagione per raggiungere l’obiettivo, ma per Nico l’opportunità di chiudere i giochi a San Paolo è decisamente ghiotta.

“Il week end in Messico non è stato dei miei migliori – ha commentato Rosberg – da parte mia sono sceso in pista per vincere, come sempre, ma Lewis è stato sempre un po’ più veloce nell’arco di tutto il fine settimana. Non ho intenzione di cambiare il mio approccio, ci sono ancora due gare da disputare e tutto può accadere in questo sport, quindi ho bisogno di concentrare la mia energia sui fattori che ho in mio controllo. Ho una buona feeling con San Paolo, è uno dei circuiti classici, che in passato sono stati teatro di gare emozionanti, quindi non vedo l’ora di essere in pista”.

Quella di Interlagos è una pista su cui Hamilton non è mai riuscito a vincere, un tracciato su cui Lewis ha conosciuto la delusione più grande della sua carriera nel 2007, e la gioia del primo titolo Mondiale dodici mesi dopo.

Con la pista brasiliana il suo feeling non è mai stato buono, e questa per Hamilton sarà una sfida nella sfida, perché per lui c’è solo un risultato valido per provare a portare ad Abu Dhabi la sfida finale.

“Si prova una bella sensazione quando si è in grado di mostrare il potenziale che ho espresso nelle ultime due gare – ha commentato Hamilton – ma sul fronte campionato dal mio punto di vista lo scenario è insolito: lotterò per un risultato senza sapere se mi garantirà il titolo o meno”.

“Indipendentemente da ciò, ho intenzione di continuare a spingere. Fin dall’inizio della mia carriera di Formula 1 ho visto che tutto può cambiare anche all’ultimo momento, quindi bisogna lottare fino alla fine. Non ho mai vinto in Brasile, e il mio primo obiettivo del weekend sarà quello di cancellare questa tradizione poco positiva”.

“Nico ha il campionato nelle sue mani – ha invece dichiarato Toto Wolff – visto che a lui bastano dei secondi posti per laurearsi campione, ma qualora vincesse in Brasile i giochi sarebbero già chiusi. Abbiamo visto molte gare, in particolare nella seconda metà di questa stagione, in cui Nico ha reagito molto bene alla pressione. E mentalmente credo che questa nuova situazione lo porti ad avere meno stress, sapendo che anche nella peggiore delle ipotesi può comunque avere la chance di Abu Dhabi”.

“Per Lewis c’è un solo obiettivo, ma non è certo uno che molla, ed è questo che lo ha reso uno dei grandi, a prescindere da quello che sarà il risultato di questo campionato. Con tre titolo mondiali e 51 vittorie al suo attivo, avrà comunque altre possibilità in futuro”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: