MotoGP – Rossi e Vinales, una sicurezza per Yamaha: sono quelli che cadono meno

MotoGP Analisi Rossi e Vinales, una sicurezza per Yamaha: sono quelli che cadono meno

Valentino Rossi e Maverick Vinales, che tra poco più di una settimana diventeranno compagni di squadra alla Yamaha, sono i due piloti che quest’anno hanno accumulato il minor numero di cadute, in una stagione in cui è stata superata quota 1.000.

Le statistiche sono molto chiare a questo proposito: di tutti i piloti che hanno preso parte alla maggior parte dei GP, Rossi a quota quattro è quello che è caduto meno. Tre di questi incidenti però si sono verificati in gara (Austin, Assen e Motegi), circostanza che lo penalizzato molto di più rispetto a Marc Marquez, che fino al Giappone era scivolato per ben 14 volte, ma una sola vola alla domenica (a Le Mans).

Dietro a Valentino, il secondo pilota con il minor numero di cadute nel 2016 è Maverick Vinales, che subito dopo il GP di Valencia salirà per la prima volta sulla Yamaha M1, iniziando la sua avventura con la Casa giapponese.

A questo punto, considerando normale che il “Dottore”, il pilota con il migior palmares e più esperienza nel Mondiale, fosse quello che cade di meno. Di contro, colpisce la regolarità dello spagnolo, che era solo alla sua seconda stagione in MotoGP e si è dovuto confrontare con l’introduzione delle gomme Michelin e del software unico della centralina.

Questi due elementi combinati, hanno fatto sì che fino ad ora si accumulassero 275 cadute in MotoGP, 60 in più rispetto a quanto registrato nell’intero 2015, quando all’appello manca ancora il weekend di Valencia.

Cosa ti rende un dei piloti che sono caduti meno quest’anno? E’ quello che qualche giorno fa ha chiesto Motorsport.com a Vinales, che ha risposto: “Direi che è la mia capacità di capire dove si trovi il limite. Se al venerdì mi devo accontentare di un quinto o di un sesto posto, lo faccio. Però se mi sento che la moto può andare oltro, provo a dare tutto. Di solito non commetto errori perché non ho il controllo della situazione”.

Questo dato e i suoi buoni risultati (una vittoria e quattro podi) lo hanno portato fino al quarto posto in classifica, con la possibilità di provare ancora a portare via il terzo a Jorge Lorenzo.

“Quando mi è chiaro che io posso dare tutto, vado al limite ed anche oltre. Ma quando non mi sento tranquillo, mi mantengo al di sotto. Nel corso del tempo ho imparato a farlo” ha concluso Vinales.

Incidente di Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP

Incidente di Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP

1/14

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: