F1 – Retroscena Red Bull: Horner ha detto a Max di non dare la posizione!

Retroscena Red Bull: Horner ha detto a Max di non dare la posizione!

Horner: “La manovra di Verstappen non è stata diversa da quella che Hamilton ha fatto dopo il via. Abbiamo chiesto chiarimenti alla direzione gara e ci hanno risposto che volevano vedere le immagini. Ecco perché Max non si è tolto…”

Christian Horner dopo il Gran Premio del Messico ha chiarito i concitati momenti finali di gara vissuti sul muretto della Red Bull. Soprattutto ha fatto chiarezza in merito alla posizione di Max Verstappen, che di fatto ha obbedito alle indicazioni del team non lasciando la terza posizione a Sebastian Vettel.

“La manovra fatta da Max – ha spiegato il team principal della Red Bull – non è stata diversa da quella che avevamo visto fare ad Hamilton dopo il via. Così abbiamo chiesto chiarimenti alla direzione gara, e ci hanno risposto che avevano bisogno di un po’ di tempo per dare un ulteriore sguardo alle immagini e stabilire chi era avanti. Dopo questa risposta abbiamo detto a Max di mantenere la posizione”.

“Nel frattempo, Daniel (Ricciardo) è arrivato nella scia di Vettel – ha proseguito Horner – e c’è stato l’episodio alla curva 4 che ha innescato un ulteriore confronto, visto che proprio la scorsa settimana la FIA aveva emesso una nuova direttiva proprio riguardante questa situazione. La regola è chiara, e così a Sebastian è stata inflitta una penalità di 10 secondi”.

“Sono contento di vedere che i commissari hanno preso la decisione giusta per quanto riguarda l’incidente con Vettel. Sono contento anche per la terza posizione in campionato di Daniel, che ha disputato una stagione eccellente”.

“L’abbinamento con Max funziona molto bene, si stimolano a vicenda alzando il livello della loro guida. Ed è stato incoraggiante vedere che Max sia riuscito ad arrivare così vicino a Rosberg da poter tentare un attacco. Ci stiamo avvicinando sempre più alle Mercedes, e questo fa ben sperare non solo per questo finale di campionato, ma anche per una stagione 2017 più competitiva degli ultimi anni”.

Horner ha infine espresso la sua opinione sulle vie di fuga, sposando la causa di chi vede come provvidenziale il ritorno alla ghiaia all’esterno dalle curve.

“Bernie vorrebbe vedere dei muri – ha concluso Horner – ma credo che dovremmo discutere in merito alla possibilità che all’esterno di certe curve particolari, come qui in Messico, venga utilizzata la ghiaia. Credo sia un deterrente migliore per evitare che un’uscita dalla sede stradale possa portare dei vantaggi. La situazione attuale lascia molto spazio a interpretazioni da parte dei Commissari Sportivi, come nei casi di Max e Lewis visti in questo Gran Premio. Una soluzione come la ghiaia sarebbe più semplice ed efficace”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: